News

Proroga sussidio straordinario per cooperative in difficoltà per Covid

Le cooperative con contrazione del volume d'affari di oltre il 20% nel 2020 possono richiedere un sussidio straordinario. Nuovo termine per le domande è il 15 ottobre 2021.

Nella seduta di ieri (14 settembre) la Giunta provinciale ha deliberato, su proposta dell’assessore competente Thomas Widmann, di prorogare i termini per la richiesta del sussidio che spetta alle cooperative che, a fronte di una contrazione del volume di affari di oltre il 20% nel 2020, non possono beneficiare di altre misure di sostegno previste per l’economia. 

“Fino ad oggi solo una piccola parte degli aventi diritto ha fatto richiesta. Speriamo ora di poter raggiungere un numero maggiore di cooperative”, dichiara l’assessore Widmann. La Giunta provinciale a luglio aveva messo a disposizione circa 2 milioni di euro per finanziare la misura, i criteri per l'assegnazione dei fondi erano stati precedentemente elaborati insieme alle associazioni di rappresentanza delle cooperative.

Il motivo: le cooperative risentirebbero prima di altri delle situazioni di crisi, dato che la loro attività non è a scopo di lucro e spesso si tratta di piccole strutture con un capitale sociale ridotto.

Possono richiedere il contributo le cooperative attualmente attive, iscritte al registro provinciale e che svolgano la loro attività prevalentemente nel territorio altoatesino. Altro requisito è l'aver avuto, nel 2020, ricavi da vendite e prestazioni pari ad almeno 20.000 euro (10.000 nel caso delle startup) ed aver riscontrato un calo del valore della produzione di almeno il 20% nel 2020 rispetto all'anno precedente (escluse le cooperative startup che non devono dimostrare cali di fatturato).

Non potranno accedere al contributo le cooperative che abbiano accesso ad altre misure di sostegno Covid previste dai settori economia e agricolo nonché  le cooperative sociali di tipo B che accedono ai contributi del settore sociale, così come le società di mutuo soccorso, le cooperative edilizie di abitazione e per la costruzione di parcheggi, le Casse rurali e i Consorzi di garanzia fidi (Confidi).

L'agevolazione varia in base ai ricavi realizzati e va da 3.000 euro ad un massimo di 15.000 euro. Le domande dovranno essere presentate all'Ufficio provinciale Sviluppo della cooperazione  entro il 15 ottobre 2021.


Vai alla versione originale del comunicato per visualizzare eventuali immagini, documenti o video correlati

kl